C’ERA UNA VOLTA IL MEDIOEVO

22,00

Il Medioevo è fra noi. Percepito e sognato. Immaginato e reinventato. Rielaborato, ricostruito e a volte anche stravolto. Rievocato in ogni città d’Europa, attraverso feste, giostre, palii e grazie a memorie storiche secolari. È un tempo sospeso. Un sogno che abita in modo stabile nel nostro immaginario collettivo. Riemerge in appassionanti saghe televisive e in innumerevoli films. Ispira videogiochi e fumetti, musiche e canzoni. E condiziona perfino i nuovi linguaggi della politica. Questo “Medioevo dopo il Medioevo”, vagheggiato e idealizzato già nel corso di tutto l’Ottocento, influenza ancora oggi, in modo profondo, tutte le società occidentali: dall’arte alla politica, dal costume alle mode, dalla cultura di massa alla religione. Lo definisce una parola nuova: Medievalismo, che descrive la ricezione, l’utilizzo e la rappresentazione postmedievale dell’affascinante Età di mezzo. Una eterna miniera da cui vengono estratti di continuo modelli, esempi e identità.

Categoria:

Descrizione

C’era una volta
IL MEDIOEVO

Sognato. Immaginato. Rappresentato.


©Festival del Medioevo, 2020
Edizioni Fotolibri Gubbio
ISBN 978-88-85581-43-2


Architetture, cinema e letteratura. Serie tv e pubblicità. Fumetti e canzoni. Ma anche arredi, abiti, gioielli, illustrazioni grafiche e giochi di ruolo.

Una guida per esplorare il mondo dei medievalismi a cura del Festival del Medioevo.

388
pagine

€ 20,00
prezzo

€ 2,00
spedizione

Puoi anche ordinarlo a
info@festivaldelmedioevo.it
per acquistarlo con bonifico su CC.

Il Medioevo è fra noi. Percepito e sognato. Immaginato e reinventato. Rielaborato, ricostruito e a volte anche stravolto. Rievocato in ogni città d’Europa, attraverso feste, giostre, palii e grazie a memorie storiche secolari. È un tempo sospeso.

Un sogno che abita in modo stabile nel nostro immaginario collettivo. Riemerge in appassionanti saghe televisive e in innumerevoli films. Ispira videogiochi e fumetti, musiche e canzoni. E condiziona perfino i nuovi linguaggi della politica.

Questo “Medioevo dopo il Medioevo”, vagheggiato e idealizzato già nel corso di tutto l’Ottocento, influenza ancora oggi, in modo profondo, tutte le società occidentali: dall’arte alla politica, dal costume alle mode, dalla cultura di massa alla religione.

Lo definisce una parola nuova: Medievalismo, che descrive la ricezione, l’utilizzo e la rappresentazione postmedievale dell’affascinante Età di mezzo. Una eterna miniera da cui vengono estratti di continuo modelli, esempi e identità.

CONTENUTI

INTRODUZIONE
Tommaso di Carpegna Falconieri

1. Mi scusi, dov’è il Medioevo?
Franco Cardini
2. Viollet le Duc, l’uomo che inventò il Medioevo
Federico Fioravanti
3. Il Medioevo vittoriano
Davide Iacono
4. La sognante ricerca dei Preraffaelliti
Umberto Longo
5. L’eterno mito di Artù
Davide Iacono
6. Il Barbarossa pietrificato
Federico Fioravanti
7. La maledizione dei templari
Sonia Merli
8. Le fiabe perdute di Tolkien
Franco Cardini
9. Condottieri di celluloide
Davide Iacono
10. Notre Dame, cuore d’Europa
Franco Cardini
11. La Santa Sofia di Edmondo De Amicis
Geraldine Leardi
12. San Marino, un’idenità neomedievale
Tommaso di Carpegna Falconieri
13. Il Borgo di Torino
Davide Iacono
14. Passeggiare dentro un sogno: la magia della Scarzuola
Federico Fioravanti
15. Lo straordinario caso de Il nome della Rosa
Arnaldo Casali

16. L’Eco di Guglielmo da Baskerville
Franco Cardini
17. Partita a scacchi con la morte
Franco Cardini
18. Brancaleone, “lesto de lingua e de spada”
Arnaldo Casali
19. Il cinema barbarico
Arnaldo Casali
20. Stanley Kubrick, il medievista
Furio Cappelli
21. Boccaccio al cinema
Arnaldo Casali
22. Robin Hood, i cento volti del supereroe
Arnaldo Casali
23. Il colorato Medioevo di Walt Disney
Arnaldo Casali
24. Paperon de Paperoni? Era un vescovo
Federico Fioravanti
25. Principesse, regine, guerriere: da Uta ad Arya Stark
Francesca Roversi Monaco
26. Star Wars e gli astronauti in cattedrale
Arnaldo Casali
27. Fenomenologia di Games of Thrones
Riccardo Facchini
28. Vestivamo alla vichinga
Davide Iacono
29. La leggenda di Ragnarr Lodbrock
Federico Fioravanti
30. Il Carlo Martello di Villaggio e De André
Daniela Querci
31. Guccini, Filemazio e la notte di Bisanzio
Federico Fioravanti

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “C’ERA UNA VOLTA IL MEDIOEVO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *