Helmut Rizzolli

rizzolli_200x200Dopo una laurea in Economia e Commercio conseguita presso l’Università di Firenze con Armando Sapori, ha ottenuto la cattedra di Tecnica Commerciale all’ITC di Bolzano. Nel 1986, al fine di approfondire le sue conoscenze in merito alla storia economica, si è laureato alla Facoltà di Storia presso l’Università di Innsbruck: la tesi, riguardante la storia della monetazione in area tirolese antecedente il 1363, è stata in seguito pubblicata in lingua tedesca (Münzgeschichte des alttirolischen Raumes im Mittelalter, vol. I, Bolzano 1991).

Nel 2000 ha ottenuto l’abilitazione all’insegnamento dell’Archeologia Medievale e dell’Eta Moderna – con particolare riguardo alla storia monetaria – all’Universita di Innsbruck. Nel 2006 è stato pubblicato il vol. II della Münzgeschichte riguardante il periodo dal 1363 al 1477 con unexcursus sulla monetazione barbarica e i suoi ritrovamenti nell’area tirolese. Nel 2012, dopo diversi anni di libera docenza, gli e stato conferito il titolo di Professore Onorario. Tuttora tiene lezioni e seminari, curando tesi di laurea.

In qualità di presidente dell’Heimatschutzverein Bozen-Südtirol (associazione per la tutela della cultura locale), si è occupato dei problemi legati all’ambiente, dei costumi popolari nel Tirolo storico, nonché del restauro e della valorizzazione di castelli (Castel Roncolo e Castel Rafenstein). È stato presidente del gruppo di lavoro Lebendige Tracht (costumi popolari viventi). Dal 2007 è presidente del gruppo Unsere Tracht (i costumi della nostra gente), nonché presidente della Fondazione Castelli di Bolzano, per la quale ha curato numerose mostre e una collana di pubblicazioni scientifiche (Studi storico culturali di Castel Roncolo).

Nel 2009 il Presidente della Repubblica Austriaca gli ha conferito la croce d’oro per meriti scientifici. Ha pubblicato importanti monografie e ulteriori contributi scientifici riguardanti la storia economica e quella dei costumi tradizionali. Gli ultimi lavori in ambito numismatico sono il libro L’Area Monetaria Veronese (2015), scritta in collaborazione con Federico Pigozzo e i contributi I denari di Lienz con iconografia ecclesiale e Le zecche di Bressanone e di Innsbruck nell’area monetaria augustana, quest’ultimo scritto assieme ad Armin Torggler, nel libro L’arte romanica coniata (2017). Entrambi i libri fanno parte della collana Studi Storico Culturali di Castel Roncolo curati da Helmut Rizzolli.

error: Tutti i contenuti di questo sito web sono protetti.