Marco Di Branco

Marie Curie Fellow presso l’American University of Beirut e La Sapienza-Università di Roma, si è specializzato in Epigrafia bizantina alla Scuola Archeologica Italiana di Atene e successivamente si è diplomato in Lingua e cultura araba presso l’IsIAO. È stato borsista al SUM di Firenze, Visiting Fellow del Program in Hellenic Studies della Princeton University e ricercatore presso il DHI Rom. Ha insegnato Storia bizantina e Storia religiosa dell’Islam alla “Sapienza” di Roma, Civiltà bizantina e Archeologia bizantina all’Università Statale di Milano e all’Università della Basilicata.
I suoi principali filoni di ricerca riguardano la storia di Atene tardoantica, le dinamiche della presenza musulmana nell’Italia altomedievale e la visione islamica della storia greco-romana.

Opere Tra le sue principali pubblicazioni: La città dei filosofi. Storia di Atene da Marco Aurelio a Giustiniano (2006); Storie arabe di Greci e di Romani (2009); Alessandro Magno, eroe arabo del Medioevo (2011); Breve storia di Bisanzio (2016); Il califfo di dio (2017); 915. La battaglia del Garigliano (2019); Tra Alessandro e Cesare. Ibn Khaldun, i Greci e i Romani (2020). Con N. Jaspert e Christian Neumann ha curato Ein Meer und seine Heiligen. Hagiographie im mittelalterlichen Mediterraneum (2018). Attualmente, lavora a un’edizione commentata del Kitāb Hurūšiyūš, traduzione araba delle Historiae adversus paganos di Paolo Orosio eseguita alla corte dei califfi andalusi nel X secolo d.C.

  • Consenso al trattamento dati
error: Tutti i contenuti di questo sito web sono protetti.