Renata Salvarani è una storica del Cristianesimo e delle religioni. Roma, Gerusalemme e il Mediterraneo in epoca medievale sono l’oggetto principale delle sue ricerche. All’Università Europea di Roma è professore di prima fascia di Storia del Cristianesimo, direttore del Centro Studi Heritage e Territorio e responsabile della Summer School in History and Archaeology organizzata in collaborazione con il Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem.

Ha all’attivo oltre centoventi pubblicazioni scientifiche, tra cui Il Santo Sepolcro a Gerusalemme. Riti, testi, racconti (Libreria Editrice Vaticana, 2012); La fortuna del Santo Sepolcro nel Medioevo. Spazio, liturgia, architettura (Jaca Book, 2008); I Gonzaga e i papi. Roma e le corti padane fra Umanesimo e Rinascimento (Libreria editrice Vaticana, 2014) e The body, the liturgy and the city. Shaping and transforming public urban spaces in Medieval Christianity (Edizioni Ca’ Foscari, 2019).

 È impegnata nell’organizzazione di congressi e progetti di ricerca internazionali sulle identità religiose e sulle dialettiche fra diverse tradizioni monoteistiche nel Mediterraneo medievale. È componente del comitato scientifico della Penitenzieria Apostolica Vaticana e membro della International Association for History of Religions. Giornalista professionista, collabora regolarmente con la rivista Medioevo e si dedica alla divulgazione dei contenuti storico religiosi anche grazie al blog Medieval Christianity: www.renatasalvarani.it

error: Tutti i contenuti di questo sito web sono protetti.