Cristina Galassi

Cristina Galassi è professoressa associata di Storia della Critica d’Arte e della Critica e del Collezionismo presso l’Università degli Studi di Perugia. È direttrice del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (CAMS), consigliere e membro del comitato d’indirizzo della Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia e Tesoriere Nazionale della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte. È condirettrice della rivista internazionale di studi «Birgittiana» e di «Fontes». Fa parte dei comitati scientifici di «Rivista d’Arte», «Studi di Storia dell’Arte» e «Annali di Critica d’Arte».

Ambiti di ricerca: si è occupata di storiografia artistica – in particolare fra Sette e Ottocento- biografie d’artisti, letteratura di viaggio, riviste d’arte e museologia con particolare attenzione per l’area umbra. I suoi studi hanno anche incluso numerose pubblicazioni su argomenti di scultura lignea e storia dell’arte umbra, dinamiche del collezionismo, della dispersione e della conservazione del patrimonio artistico, ricostruzione dei contesti storico-letterari, dell’iconografia e dell’iconologia dei cicli pittorici e della committenza delle opere d’arte.

Principali pubblicazioni: è autrice di monografie sugli affreschi di Palazzo Trinci a Foligno, sulle requisizioni napoleoniche in Umbria (Volumnia, 2004), sullo scultore Nero Alberti da Sansepolcro (Electa-Editori-Umbri, 2005), sul pittore manierista Nicolò Circignani detto il Pomarancio (Petruzzi, 2007) su Giovanni Battista Salvi detto il Sassoferrato (Aguaplano, 2017) e sull’artista umbro Fabio della Corgna (Aguaplano, 2017). Ha partecipato a convegni nazionali e internazionali e curato numerose mostre di storia dell’arte, tra cui si segnalano le più recenti: Sassoferrato – dal Louvre a San Pietro. La collezione riunita (Perugia, 2017), Tutta l’Umbria una mostra: la mostra del 1907 e l’arte umbra tra Medioevo e Rinascimento (Perugia, 2018), Luce, Figura, Paesaggio. Capolavori del Seicento in Umbria (Perugia, 2018/2019).

error: Tutti i contenuti di questo sito web sono protetti.