Mostra “Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV”

un-giorno_logo_190Informazioni e orari
Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV
Logge dei Tiratori della Lana – Gubbio
26 luglio 2018 – 6 gennaio 2019
Orari di apertura: dal martedì al venerdì 15-18; sabato e domenica 10-13 / 15-18
In occasione del Festival del Medioevo, nei giorni dal 26 al 30 settembre 2018, la mostra sarà aperta dalle 10.00 alle 20.00 con orario continuato.
Info e prenotazioni: loggedeitiratori@fondazionecariperugiaarte.it – tel: 075 8682952
www.fondazionecariperugiaarte.it

BIGLIETTI RIDOTTI PER CHI VISITA LE MOSTRE “GUBBIO AL TEMPO DI GIOTTO” E “UN GIORNO NEL MEDIOEVO” Presentando il biglietto di ingresso di “Un giorno nel Medioevo” presso una qualsiasi delle tre sedi in cui si snoda la mostra “Gubbio al tempo di Giotto” – Museo Civico di Palazzo dei Consoli, Museo di Palazzo Ducale e Museo Diocesano – si ha diritto all’applicazione della tariffa ridotta (ricordiamo che l’esposizione è accessibile con un biglietto unico che consente di visitare le tre sezioni espositive ma anche le tre sedi museali nel loro insieme). Viceversa, presentando il biglietto di “Gubbio al tempo di Giotto” presso la biglietteria delle Logge dei Tiratori, dove è allestita “Un giorno nel Medioevo”, acquistando un solo biglietto si ha diritto all’ingresso per due persone.

04 Cento opere in mostra per rappresentare la vita quotidiana nell’Età di Mezzo - Le attività economiche, gli stili di vita, le pratiche religiose, gli aspetti culturali e ludici di una città italiana tra il 1000 e il 1500. Dal 26 luglio la mostra Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane dei secoli XI-XV (Gubbio, Logge dei Tiratori della lana, Piazza Quaranta Martiri) documenta un’epoca troppo […]
cardini Diciotto mini lezioni di storia per saperne di più sulla vita quotidiana nel Medioevo - La mostra “Un giorno nel Medioevo. La vita quotidiana nelle città italiane nei secoli XI-XV” è arricchita è arricchita da mini lezioni di storia su La città (Alberto Grohmann), Il commercio (Franco Franceschi), I porti (Amedeo Feniello), Il sarto (Elisa Tosi Brandi), La preghiera (Nicolangelo D’Acunto), Gli ordini religiosi (Franco Mezzanotte), I Templari (Sonia Merli), […]

PER SAPERNE DI PIÙ SUI PEZZI IN MOSTRA

Massaro e taglialegna A spasso nel Medioevo tra codici e pergamene - Cosa sarebbe il racconto della Storia senza i documenti d’archivio? Sicuramente una enorme narrazione orale, leggendaria, più simile all’Iliade che alle Storie di Erodoto. I documenti d’archivio parlano, ci interrogano, raccontano, a volte questioni intimistiche, particolari, ma che si aprono alla narrazione della grande Storia. La mostra “Un giorno nel Medioevo” allestita a Gubbio dalla […]
_dsc9247 Dall’arte alla tecnologia 3D, rivivono gli strumenti medievali - Liuto, cetra, viella, flauto, ribeca, ghironda e arpa, le note musicali risuonavano nelle sale dei castelli, in chiesa e nelle taverne. L’arte, i manoscritti e gli antifonari lo testimoniano. Ed è proprio grazie a questi documenti, alla ricerca e al confronto costante tra fonti scritte e iconografia e alla continua sperimentazione di musicisti e gruppi, […]
_dsc9265 Azincourt, un grande diorama per illustrare le fasi della celebre battaglia - Soldatini di carta, di stagno o piombo, di plastica, piatti o a tutto tondo, per gioco o collezione, di fabbricazione italiana, francese, inglese o tedesca o, ancora, autocostruiti. Il mondo del modellismo di figurini storici spazia in generi, periodi e fabbricazione. A Gubbio, alla mostra “Un giorno nel medioevo” Marco Lambertucci, fiorentino, studioso, costruttore e […]
05_pannello_20x25_savonarol La “cuoca di Savonarola” - La ricetta di Girolamo Savonarola per restituire a Firenze la sua gloria e alla Chiesa la sua santità. Insieme a quelle per conservare la frutta, prendersi cura della casa e preparare salse, torte, pomate e profumi. Il singolare ricettario è stato ritrovato in un opuscolo dell’archivio della famiglia Baldini Libri, e una sua fedele riproduzione […]
flauto-doppio-ulivo Il flauto e altri fiati in danze e convivi medievali - Flauto, flauto doppio, traverse, flauti da tamburo, flauti di corno, cromorni e cornamuse. Gli strumenti a fiato del mondo medievale sono innumerevoli e, seppure pensati per lo stesso uso, rispondono alla necessità di essere suonati in contesti molto diversi. Opere d’arte e miniature testimoniano l’importanza della musica e la varietà degli strumenti nel mondo medievale. […]
dsc_8119 L’abito templare - Dove c’è un tesoro, un segreto, un’arcana cospirazione, loro non mancano mai: i Templari sono i custodi di tutto il fascino e il mistero del medioevo; non c’è leggenda che non li veda parte in causa, dal Santo Graal all’Arca Perduta, dai figli di Cristo e della Maddalena alla scoperta dell’America, dalla maledizione dei Re […]
Cassa Una deliziosa cassetta nuziale - È stata realizzata per aiutare una sposa del Quattrocento ad affacciarsi alla vita matrimoniale, ma in realtà per anni è servita ai visitatori del Museo Civico di Todi come gradino per affacciarsi alla finestra. È la cassetta nuziale che si può ammirare a Gubbio fino al 6 gennaio 2019, nella mostra “Un giorno del Medioevo” […]
plastico Il cassero e la sicurezza in città - La città medioevale «si presentava chiusa nelle sue mura, con una figura ben definita, sormontata da innumerevoli torri». A Perugia le torri erano più di settanta e il profilo della città era delimitato da «cinque bracci o dita», dal centro concentrico ai «borghi radiali determinati dagli assi viari che li attraversavano», nei quali si insinuavano, […]
fibre La canapa nel Medioevo - Ha donato le sue fibre alla Bibbia di Gutenberg, alle vele delle caravelle di Colombo, alla Costituzione americana e a importanti arazzi. Ma soprattutto a migliaia di corde, di lenzuola, di tovaglie e di vestiti, e anche a raffinati piatti di alta cucina. Pianta duttile, flessibile e resistente, la canapa nel medioevo era il tessuto […]
campanainmostra La campana del terremoto, simbolo di rinascita - Anche se non suona più, continua ad annunciare al mondo la speranza, la forza, il riscatto di una terra che la devastazione del terremoto non ha privato della sua storia e della sua bellezza. C’è anche la campana di Sant’Eutizio, tra i cento reperti esposti alla mostra “Un giorno nel Medioevo” che si può visitare […]
oggetti-barsotti Piccoli oggetti di vita quotidiana - Fibbie per cinture, bottoni, carte da gioco, palle e birilli, e ancora coltelli da cucina, punte di frecce per balestre, spegnimoccoli e astucci per penne. Tanti piccoli oggetti che ci portano indietro nel tempo per farci vivere Un giorno nel medioevo nelle Logge dei Tiratori di Gubbio, grazie alla mostra realizzata dalla Fondazione CariPerugiaArte in […]
_dsc9117 Le armi del Museo Luigi Marzoli di Brescia - Spade e scudi, celate e schinieri, elmi e corazze, l’evoluzione delle armi e delle armature in epoca medievale è collegata ai cambiamenti sociali che avvengono in città e sui campi di battaglia, con l’emergere di nuove classi sociali e il lento passaggio dalla predominanza dei cavalieri ai fanti, fino alla comparsa delle armi da fuoco. […]
dsc_8127 Le Tovaglie perugine del Museo laboratorio Giuditta Brozzetti - I “pannili alla peroscina” erano sugli altari delle chiese e sulle tavole dei ricchi, erano apprezzati e commercializzati in tutta Europa, finendo anche nel corredo di una futura regina: Caterina de’ Medici. Una tradizione che si è tramandata grazie al paziente lavoro invernale delle donne della campagna perugina nel corso dei secoli. Marta Cucchia costituisce […]

  • Consenso al trattamento dati