I personaggi

La contessa Matilde vestita di mitologie - Diciamolo subito: Matilde è sempre stata sotto il segno del mito. A cominciare dal mito fondatore, quello di Donizone, che difficilmente avrebbe potuto esprimersi in modo diverso ma avrebbe potuto scegliere diverse modalità espressive, fino alla odierna fiorente industria turistica. Ma il mito è multiplo per sua natura. Nel secolo XVII Matilde fu l’emblema perfetto […]
Guglielmo de Parisio, nobile cristiano a capo dei Saraceni - Siamo nel 1268 in Capitanata, la “Magna Capitana” di Re Enzo, figlio dell’Imperatore Federico II, a quel tempo rinchiuso a Bologna dopo la cattura avvenuta nel 1249. Tutta la dinastia sveva è ormai stata sconfitta e dopo la morte dell’Imperatore Federico II, né Corrado IV né tantomeno Manfredi erano riusciti nell’intento di ultimare l’ambizioso progetto […]
Baldovino IV di Gerusalemme, il re lebbroso - La storia sorprendente di Baldovino IV di Gerusalemme, il re lebbroso (Graphe.it edizioni, 2019) di Ilaria Pagani è il sesto titolo della collana I condottieri, curata da Gaetano Passarelli. Divenuto re il 15 luglio 1174, ad appena 13 anni e gravemente malato di lebbra, l’ elezione di Baldovino IV era stata decisa solo per colmare […]
Jan Hus, che precorse Lutero - Martin Lutero un secolo prima di Martin Lutero. Jan Hus fu un predicatore boemo dotato di enorme carisma e di un’oratoria trascinante, un prete intollerante e coerente che per difendere le sue idee sulla riforma della Chiesa o sull’autorità del papa e dei cardinali avrebbe affrontato qualunque prova. Non vide mai quello che solo al […]
La vita gloriosa e spericolata di Carlo Zen - Carlo Zen. L’eroe di Chioggia (Graphe.it edizioni, 2018) è il quarto titolo della collana I condottieri, curata da Gaetano Passarelli per la casa editrice perugina. Il libro di Nicola Bergamo è un affascinante ritratto di un uomo dalla vita gloriosa e spericolata. Fu uno dei più grandi condottieri della Serenissima: ammiraglio, eroe di guerra, salvatore […]
Guglielmo il Maresciallo, “il miglior cavaliere del mondo” - Di Guglielmo il Maresciallo, ricordato come “il miglior cavaliere del mondo”, conosciamo con certezza solo la data della morte: 14 maggio 1219. Di quella della nascita sappiamo poco. Del resto, ai suoi tempi contava poco il giorno in cui si veniva al mondo. Era una data molto meno importante di altri passaggi della vita. Guglielmo […]
Biondo Flavio, primo storico del Medioevo - Il 4 giugno 1463 morì l’umanista forlivese Biondo Flavio, il primo vero storico del Medioevo. Il primo a definire come entità storica a sé stante l’importanza dei quei dieci e più secoli nella storia del mondo. Lo fece, senza però mai usare la parola Medioevo, in una mastodontica opera in 32 volumi, pubblicata nel 1453: […]
Il mio signore Boldrino da Panicale - Il mio signore Boldrino, superbo e invitto condottiero, benevolo con gli amici e terribile con gli avversari, nacque a Panicale un giorno imprecisato del 1331 da Francesco Paneri e da Lucrezia Ceppotti e morì, tradito, a Macerata il 3 giugno del 1391 per mano dei sicari, su ordine del marchese Andrea Tomacelli, fratello di papa […]
Aleksandr Nevskij, “sole della Russia” - L’eroe russo più amato e popolare è un santo guerriero: Aleksandr Nevskij (1220-1263). Principe di Novgorod, poi gran principe di Vladimir. Ricordato nei secoli come “salvatore”, “difensore della Giustizia” o “Sole della Russia”. La sua figura ha ispirato decine di cronache religiose e prodotto una sequela di miti popolari. L’ultimo dei suo figli, Daniele, santo […]
Nitardo, il primo testo in antico francese - Dobbiamo a Nitardo, un nipote di Carlo Magno, la conoscenza del primo documento scritto in una lingua romanza: è un testo in francese antico, vergato in un manoscritto in quella che sarà poi chiamata langue d’oïl (lingua d’oïl) per distinguerla dalla langue d’oc, la lingua occitana o provenzale. In un suo libro, Storia dei figli […]
Ibn Hishām e la prima biografia di Maometto - L’importanza di Ibn Hishām, morto in Egitto l’8 maggio 883, fu fondamentale per la storia dell’Islam: ha trasmesso ai posteri il più antico testo arabo dopo il Corano: la prima biografia di Maometto che era stata scritta da Ibn Ishaq, uno storico arabo, collezionista di tradizioni orali (khabar) vissuto cento anni prima di lui e […]
Matilde, la contessa femminista - Le immagini di Matilde di Canossa che ci sono state tramandate fin dal manoscritto originale della Vita Mathildis, scritta intorno al 1115 dal monaco e cronista Donizone, sono quelle di una persona vincente: lei in trono che riceve il dono del codice (O Matilde luminosa, accetta, ti prego cara, questo volume si legge sotto la […]
La morte di Maometto II il Conquistatore - Il 3 maggio 1481 morì Maometto II il Conquistatore (1432–1481), settimo sultano dell’impero ottomano. Era salito al trono a soli 13 anni. Ne aveva appena 21 quando conquistò Costantinopoli (1453) e mise agli undici secoli di storia della civiltà bizantina. Occupò il Peloponneso e soggiogò la Serbia. Si spinse fino a Otranto dove lo fermò […]
La lunga ombra di Machiavelli - Realista e visionario, assolutista e repubblicano, “comico et tragico” secondo una sua folgorante autodefinizione, fiorentino e italiano (comunque spirito patriottico), “estravagante di opinione dalle commune et inventore di cose nuove et insolite” nelle parole del suo amico Francesco Guicciardini, pratico e teorico della politica (sua vera ossessione), cultore della classicità romana e iniziatore de facto […]
Genserico, il vandalo che umiliò Roma - “Grande pensatore, uomo di poche parole. Disprezzava il lusso ed era terribile nei suoi scatti d’ira. Desideroso in continuazione di nuove conquiste, era molto abile nel comandare i suoi barbari e nel fomentare zizzania fra i suoi nemici.” Così lo storico Jordanes (VI sec.) descrisse, circa un secolo dopo dal suo apogeo, il carattere del […]
Il grande Digenis Akritas, eroe dell’epopea bizantina - Bisanzio, ovvero Nuova Roma-Costantinopoli, fu un faro di cultura, politica e religione nell’intero arco del periodo che ancora oggi chiamiamo Medioevo. Nel primo spazio temporale, tra la caduta di Roma e l’anno Mille, l’Impero d’Oriente fu la vera fiaccola di civiltà e prosecutore materiale dell’antica caput mundi. Una società colta, come la definiva Kazhdan, ricca […]
Gilles de Rais, serial killer del Medioevo - Lo scrittore Charles Perrault (1628-1703) deve la sua fama letteraria a I racconti di mia madre l’Oca, pubblicati in Francia nel 1697. Si tratta di undici fiabe che comprendono alcuni tra i più celebri esempi di letteratura per bambini e ragazzi. Chi non conosce infatti – foss’anche solo nella versione della Disney – Cenerentola, Cappuccetto […]
La leggenda di Robin Hood - All’ingresso di una fumosa taverna un uomo è inginocchiato a chiedere l’elemosina, tra l’indifferenza degli avventori: “Fate la carità! Sono povero, io! Sono povero!”. Improvvisamente una freccia si conficca a terra, proprio davanti alla porta della taverna. Subito con un balzo arriva un uomo di verde vestito: “Sono Robin Hood: rubo ai ricchi per dare […]
La morte di Corradino, l’ultimo degli Hohenstaufen - La domenica mattina del 28 ottobre, Corradino dettò le sue ultime volontà al notaio Giovanni di Brigaudy. Nominò eredi testamentari i suoi zii, Ludovico ed Enrico di Baviera. Per essere prosciolto dal bando dovette rinunciare a tutti i suoi titoli e diritti: per questo dovette firmare il proprio testamento col semplice titolo di dominus Conradus. […]
Marozia, ape regina della pornocrazia - È lei Maria, madre della Chiesa; ma non viene da Nazareth, non è santa; ed è tutt’altro che vergine.L’hanno chiamata “la puttana dei papi”, “meretrice dell’impero” e “Venere tremenda”; ma solo per la proverbiale misoginia dei preti.Perché Maria di Teofilatto detta affettuosamente Mariozza e passata alla storia come Marozia, era l’esatto contrario di una cortigiana; […]
Lady Godiva e il sarto guardone - Tom resisti. Tom non farlo. Tom concentrati sul lavoro: taglia, cuci, finisci quel vestito per Mistress Oaks, che sei già in ritardo sulla consegna. Era per questa sera, ricordi? E ancora non hai nemmeno cominciato! Vuoi fare come il solito tuo, e consegnare il lavoro con due giorni di ritardo, e poi magari lamentarti perché […]
Chi erano i Re Magi? - Il tema dei Re Magi è molto diffuso nell’arte romanica e gotica. La menzione dei Magi si ha per la prima volta nei Vangeli canonici e più precisamente nel Vangelo di Matteo dove si narra che “dei Magi d’Oriente” raggiunsero Betlemme guidati da una stella per omaggiare il Bambino Gesù, portando in dono oro, incenso […]
Bonifacio VIII, il papa re - Questo sì, che è un bel regalo. Il migliore che avesse mai ricevuto a Natale, pensava soddisfatto Benedetto; e si guardava intorno, ammirando gli affreschi della splendida Sala Maggiore di Castel Nuovo. Voleva il papato, e l’aveva ottenuto. Osservava compiaciuto e beffardo le facce dei suoi rivali, i suoi complici, i suoi elettori. Li fissava […]
La leggenda nera di Ortensia Baglioni - Nel corso della sua lunga e tormentata vita perse quattro figli e tre mariti. Una donna decisamente molto distratta; o estremamente pericolosa. È ricordata come la “Lucrezia Borgia di Parrano”, ma il paragone con Ortensia Baglioni, in realtà, è ingeneroso nei confronti della povera Lucrezia, vittima di una fama pessima ma comunque immeritata. Ortensia, invece, […]
L’arte del giullare - La parola giullare deriva dal latino joculator, a sua volta proveniente da jocus (scherzo, gioco), ma i giullari nel medioevo, sebbene basassero il loro repertorio sullo scherzo e sul gioco, dovevano stare molto in guardia e calibrare ogni parola. Il gioco, più che liberarli, poteva diventare un giogo, farli quindi imprigionare e finire il resto […]
El Cid Campeador, eroe della Reconquista - La storia del Cid Campeador, cantata dai poemi epici, benché non abbia sempre basi rigorosamente storiche narra le vicende epiche di Rodrigo Díaz, grande condottiero alle prese con i turbolenti potentati della Spagna del XII secolo.   Poche figure sono state oggetto di controversia come il Cid Campeador, eroe della Reconquista spagnola nel Medioevo. Citato […]
Liutprando e l’apogeo dei Longobardi - Il secolo VIII, l’ultimo di vita del regno longobardo, coincise con il momento della sua massima potenza politica nonché con l’apogeo del suo splendore artistico. Ad incarnare questa “età dell’oro” fu l’energica figura di Liutprando. I 32 anni (712-744) in cui il sovrano sedette sul trono furono decisivi sotto molti aspetti: se sul piano politico […]
Dorotea Bucca, la prima insegnante universitaria - Ha aperto un varco nella Storia come solo pochissime donne sono riuscite a fare: è la Giovanna d’Arco della scienza e della filosofia, l’Ipazia di Alessandria del Medioevo, la Chiara d’Assisi del mondo laico, una precorritrice dell’intero movimento femminista. Dorotea Bucca è la prima insegnante universitaria della storia, salita in cattedra nella prima università d’Europa, […]
Quel diavolo di un Arlecchino - È il 1 gennaio 1091. Un giovane prete di nome Gualchelmo sta attraversando la foresta per tornare nella sua chiesa di St. Aubin d’Anjou, nel piccolo borgo di Bonneval. Ha appena visitato un parrocchiano malato che abita oltre la foresta. Fa freddo e tira forte il vento. È normale, siamo in Normandia, a pochi chilometri […]
Carlo VII, il re senza corona - L’inebriante odore dell’incenso si leva tra le altissime volte della cattedrale di Reims, addobbata a festa, gremita di colori, paramenti, manti, copricapi d’ogni foggia, voci, colpi di tosse, ventagli; illuminata da centinaia di candele, è uno splendore a perdita d’occhio. Ma tutti gli sguardi sono per lei: bella come mai una donna è stata bella […]
Ildegarda e la lingua artificiale - L’Esperanto ha un patrono. Anzi, una santa patrona: è Ildegarda di Bingen. La lingua artificiale creata nel XIX secolo dall’oftalmologo polacco Ludwik Lejzer Zamenhof trova infatti un antecedente proprio nella monaca tedesca, tra le più importanti figure della spiritualità femminile medievale. Scrittrice, drammaturga, poetessa, musicista, compositrice, filosofa, cosmologa, naturalista, ma anche consigliera politica, profetessa, fondatrice […]
Jeanne, la Pulzella d’Orleans - Ha un’armatura bianca e un cavallo nero, e tra le mani lo stendardo con Dio Padre che benedice il giglio di Francia, affiancato dagli arcangeli Michele e Gabriele. “Chi mi ama mi segua!” grida Giovanna lanciandosi al galoppo. È l’8 maggio 1429: il giorno della riscossa del popolo francese contro l’invasore straniero; il giorno del […]
Il falò delle vanità - Brucia. Brucia il peccato. Brucia il lusso. Brucia il vizio. Brucia il demonio. Brucia la depravazione. Brucia la perdizione. Brucia la febbre di conquista, nel volto di Girolamo Savonarola (1452-1498): il rivoluzionario, il moralizzatore, il profeta dei Piagnoni. Le fiamme illuminano i suoi occhi spiritati, quasi in estasi di fronte a quello spettacolo di purificazione. […]
Alessandro Geraldini, primo vescovo americano - È il 15 marzo 1493 e Cristoforo Colombo è tornato in Spagna portando con sé oro, tabacco, molti pappagalli e dieci indiani, accolto come un eroe dal Re Ferdinando d’Aragona e dalla regina Isabella di Castiglia. Sono passati sette mesi da quando il navigatore genovese è partito per la sua “missione impossibile”: quella di arrivare […]
Mattia Corvino, il grande re d’Ungheria - Il 24 gennaio 1458 Mattia Corvino viene solennemente incoronato “re di Ungheria e di Croazia”. È un sovrano giusto, attento ai bisogni del popolo e pronto a punire soprusi, amante della cultura, mecenate e cattolico devotissimo. Si dice addirittura che abbia l’abitudine di viaggiare in incognito nel paese per parlare con la gente, per scoprire […]
Ladislao il Breve: nella botte piccola c’è il regno buono - Secondo l’antica profezia, come i resti del santo patrono Stanislao, assassinato e smembrato per ordine di re Boleslao, si erano ricongiunti per riposare insieme nella Cattedrale di Cracovia, così anche la Polonia, divisa in tanti stati dai tempi dello stesso Boleslao, sarebbe tornata un giorno ad essere unita in un solo grande paese. Ma chi […]
L’immeritata fama di Lucrezia Borgia - È la donna con la peggiore reputazione della storia. Leggende, letteratura, malelingue contemporanee e teatro ottocentesco l’hanno dipinta come cortigiana mondana, incestuosa, assassina e avvelenatrice di mariti. In realtà Lucrezia Borgia non era niente di tutto ciò. Ragazza “di rara e documentata bellezza” (Pietro Bembo conservava un ricciolo dei capelli tra le sue carte), affascinante […]
La “continua battaglia” di Iacopone - Iacopo de’ Benedetti, di solito conosciuto con l’accrescitivo-dispregiativo “Iacopone”, che egli stesso usa all’inizio e alla fine della celebre lauda scritta in carcere, nacque a Todi da una famiglia in vista, in data imprecisata: fra il 1230 e il 1236. Della sua vita “nel mondo” sappiamo poco. Dopo aver compiuto gli studi di Diritto (probabilmente […]
Ruggero da Flor, templare e pirata - Nei circa duecento anni di storia dell’Ordine del Tempio, numerose sono le figure che emergono per valore, morale o militare, oppure risaltano per la loro incapacità o mancanza di carattere. Difficile da definire, invece, è quella di Ruggero da Flor. I detrattori non esitano a definirlo un avventuriero, uomo senza scrupoli, che con le sue […]
I podestà piemontesi del Duecento - Cavaliere o letterato, giurista o poeta. In ogni caso, eloquente e di nobile famiglia e garante di un giudizio super partes, il podestà entra alla grande nella società medievale del Duecento, per dirimere i conflitti tra le potenti famiglie Nel XIII secolo il Comune medievale ha raggiunto finalmente il suo pieno sviluppo. Se i Comuni, […]
La morte di Federico Barbarossa - Tutto nella vita di Federico Barbarossa fu grandioso. Meno che la morte: durante la terza crociata (1189-1192), annegò in un fiume le cui acque, come scrisse il cronista arabo Ibn al-Athir “a malapena arrivavano ai suoi fianchi”. Era il 10 giugno del 1190. L’imperatore guidava un esercito di 12.000 uomini e 3.000 cavalieri. Insieme a lui marciavano il […]
L’ultimo dei templari - Il 18 Marzo 1314, all’ora del vespro, Jacques de Molay, ultimo Gran Maestro dell’ordine dei Cavalieri templari, morì sul rogo su una isoletta della Senna chiamata “dei Giudei”, situata tra i giardini reali e la chiesa dei frati eremitani di Sant’Agostino. Lì, a poca distanza dalla cattedrale di Notre Dame, si concluse l’epopea dell’Ordine monastico […]
L’assassinio di Ipazia - È l’8 marzo dell’anno 415, un lunedì di quaresima per i cristiani di Alessandria d’Egitto. Un lunedì di silenzio e preghiera. Un lunedì di guerra. Ipazia, matematica, astronoma, filosofa neoplatonica e insegnante di grande prestigio, sta tornando a casa. Poco più che cinquantenne, è la più importante intellettuale della città, un punto di riferimento non […]
Luigi l’ignavo, re dei Franchi - Ignavo, indolente, infingardo, fannullone. Non ha lasciato dietro di sé una fama troppo eroica, re Luigi V di Francia, cui spetta un singolare primato: nel suo breve regno non ha combinato assolutamente nulla, ed è ricordato solo per essere stato l’ultimo sovrano della dinastia dei carolingi. Una stirpe che aveva preso il potere in Francia […]
Il Cammino dei protomartiri francescani - Il Cammino dei Protomartiri francescani, promosso da Compagnia dei Romei, Regione Umbria, Sviluppumbria e Provincia di Terni, è un percorso di cento chilometri alla scoperta di alcuni dei luoghi più suggestivi dell’Umbria. Diviso in sei tappe, il percorso si snoda tra le città e i borghi di Terni, Stroncone, Calvi dell’Umbria, Narni, San Gemini e […]
L’Eco del Medioevo - Un erudito. Enciclopedico. Filosofo, semiologo, saggista, romanziere e molto altro ancora. Soprattutto, un professore colto e ironico, rimpianto dai suoi tanti allievi, nel quale la fantasia conviveva, in modo mirabile, con una inesausta capacità di incuriosire e provocare. Umberto Eco (Alessandria, 5 gennaio 1932- Milano, 19 febbraio 2016) ha smontato e ricostruito con sapienza, ironia […]
Federico II, oltre la morte - Pochi avanzi di mura sul dorso di una collina invasa dalle sterpaglie. È quel che oggi resta di Castel Fiorentino, una rocca che nella prima metà del XIII secolo sorgeva nelle campagne della Capitanata, 9 chilometri a sud di Torremaggiore, a ovest di San Severo e Lucera. Qui, nel giorno dell’anno con meno luce, il […]
Paperone de’ Paperoni? Era un vescovo - Cosa c’entra zio Paperone con un frate medievale? Beh, il nome è lo stesso. Ma la differenza la fa la storia. Lo zio tirchio e ricchissimo di Paperino è nato dalla fantasia di Carl Barks, geniale fumettista della Disney. Paparone de’ Paparoni, invece, è esistito davvero. Nacque da una antichissima e nobile famiglia romana, in […]
Teodosio, l’ultimo imperatore - Guadagnato a partire dal V secolo l’epiteto di “grande”, Teodosio I si è impresso nell’immaginario collettivo come un imperatore vincente, apice della romanità tardoantica e al contempo artefice dell’imporsi del cristianesimo sui culti pagani: un’immagine non necessariamente da rigettare, ma certo da sfumare (nella foto, l’imperatore Teodosio e sant’Ambrogio, in un dipinto di Van Dyck, […]
Matteo Gattapone - Matteo ‪‎Gattapone‬ (Gubbio, ca. 1320) Attivo in ‪Umbria‬ e a Bologna nella seconda metà del XIV secolo, è citato negli atti relativi alla costruzione del Palazzo Pretorio di ‪‎Gubbio‬, sede di molti degli incontri del ‪Festival del Medioevo‬ 2015. Il suo nome è legato a quello del cardinale spagnolo Egidio Albornoz e all’opera di riorganizzazione […]
Federico da Montefeltro - Un capitano di ventura capace di coltivare le arti, proprietario di una celeberrima biblioteca. Condottiero e mecenate al tempo stesso. Ma anche un politico raffinato. Enigmatico e ambizioso. Ritratto sempre di profilo, quello sinistro, per nascondere l’orrenda ferita che lo rese cieco dall’occhio destro. Il famoso dipinto di ‪Piero della Francesca‬ lo ha consegnato alla […]
  • Consenso al trattamento dati
error: Tutti i contenuti di questo sito web sono protetti.