fbpx

Giordana Benazzi

benazzi_200x200Giordana Benazzi, nata a Ferrara e fiorentina di studi (laurea con Eugenio Garin e specializzazione con Mina Gregori ), storica dell’Arte, vive a Perugia, dove per circa trent’anni è stata funzionario presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici, il Paesaggio, il Patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico dell’Umbria.

In questa regione ha curato numerosi restauri di dipinti, sculture, arredi e monumenti, tra cui i più rilevanti e complessi sono il Duomo, la Rocca e la basilica paleocristiana di San Salvatore di Spoleto, la Cattedrale e il Palazzo Trinci di Foligno, cicli pittorici e opere d’arte della Valnerina e di Gubbio.

Sue attività più recenti sono state l’ordinamento del Museo Diocesano di Foligno (2009) e gli studi condotti su un inedito gonfalone individuato a Gubbio come probabile opera giovanile di Raffaello. L’opera è stata esposta in importanti mostre a Urbino, Ancona e Novi Sad.

Ha pubblicato numerosi scritti, in particolare sull’arte del Medio Evo e del Rinascimento, e curato alcune importanti mostre tra cui quella dedicata a Nicolò Alunno a Foligno (2004) e “Gubbio al tempo di Giotto” attualmente in corso a Gubbio (2018). Tra le sue pubblicazioni si ricorda anche la curatela, insieme a Giovanni Carbonara, del volume sul Duomo di Spoleto e quella, in collaborazione con Francesco Mancini, del volume sul Palazzo Trinci di Foligno. Ha collaborato anche a diverse mostre sull’arte marchigiana curate da Vittorio Sgarbi, tra cui quella allestita nel 2014 a Fabriano, dove si è occupata in particolare di scultura lignea, tipologia artistica di cui ha affrontato in diverse occasione le problematiche conservative. Sempre nel 2014 ha dato un contributo allo studio della Croci dipinte in area marchigiana, occupandosi in particolare di quelle di età romanica, in un volume curato da Maria Giannatiempo.

Ha inoltre collaborato alla produzione di vari documentari divulgativi sull’arte e la storia dell’Umbria dall’Antichità al Rinascimento.

  • Consenso al trattamento dati