“Il Medioevo fra noi”, a Urbino e Gradara dal 7 al 9 giugno 2018

locandina-medioevo-fra-noi-defPerché siamo incantati dal Medioevo? Quali sono i rapporti tra quel millennio lontano e le sue reinterpretazioni nel mondo di oggi? Nelle affascinanti cornici di Urbino e Gradara, al convegno Il Medioevo fra noi studiosi e pubblico dialogano tra loro dal 7 al 9 giugno 2018 nel segno e nel sogno del Medioevo. Tema centrale della V edizione della manifestazione è Percorsi di frontiera.

Questo il programma:

7 giugno, h. 15.30, Urbino, palazzo ducale, Sala del Giardino d’Inverno
Presiede Umberto Longo
Indirizzi di saluto
Peter Aufreiter (direttore della Galleria nazionale e del Polo museale delle Marche)
Vilberto Stocchi (rettore dell’Università di Urbino)
Massimo Miglio (presidente dell’Istituto storico italiano per il medio evo)
Maria Elisa Micheli (direttore del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Urbino)

Tommaso di Carpegna Falconieri (Università di Urbino), Percorsi di frontiera: introduzione all’incontro
Maria Giuseppina Muzzarelli (Università di Bologna), Tra medicina e magia: quando è il genere a segnare il confine
Alison L. Perchuk (California State University – Channel Islands), California medievale: cartoline dall’orlo del mondo
Franco Cardini (Istituto storico italiano per il medio evo), Per farla finita col Santo Graal

8 giugno, h. 9.30, Urbino, palazzo Albani, aula Clemente XI
Presiede Francesca Roversi Monaco
Marina Montesano (Università di Messina), L’oscuro medioevo delle streghe
Paolo Cova (Università di Bologna), Le testimonianze artistiche medievali della Rocchetta Mattei: tra mito, riutilizzo e falsificazione
Davide Iacono (Sapienza Università di Roma) e Riccardo Facchini (Università Europea, Roma) presentano il libro Medievalismi italiani (secoli XIX-XXI), Roma, Gangemi, 2018

8 giugno, h. 16.00, rocca di Gradara
Presiede Tommaso di Carpegna Falconieri
Indirizzo di saluto
Isabella Di Cicco (direttore della Rocca demaniale di Gradara)

Salvatore Ritrovato (Università di Urbino), Un «Milione» di viaggi. La strana fortuna di un libro che abolì le frontiere
Daniela Rando (Università di Pavia), Marco Polo e il colonnello Henry Yule (1871). Una traduzione di successo sulla frontiera degli studi coloniali
Geraldine Leardi (MIBACT, Galleria Borghese), Frontiere come metodo. Esperienze di ricerca sul bizantinismo

9 giugno, h. 10,00, rocca di Gradara
Presiede Maria Claudia Caldari
Daniele Sacco (Università di Urbino): Archeologia cognitiva e archeologia sperimentale: mente e braccio della ricerca
Martina Corona (Sapienza Università di Roma), Maleficent: il nuovo confine tra immaginario e mercato
Federico Fioravanti (Festival del Medioevo, Gubbio) e Giuseppe Maria Bianchi (Associazione «Italia medievale») conversano sul tema Aspettando il Festival
Francesca Roversi Monaco (Università di Bologna), Umberto Longo (Sapienza Università di Roma), Conclusioni

  • Consenso al trattamento dati