fbpx

Best seller medievali

Foto wallpaper-del-film-il-signore-degli-anelli-il-ritorno-del-re-61939Quattro opere ispirate al Medioevo nei primi dieci posti della lista dei libri più venduti di sempre.

Nella speciale classifica del sito web List 25, uscita ad ottobre scorso e ripresa in Italia da Repubblica.it, non rientrano per scelta “L’Odissea”, “La Bibbia”, il “Corano” e nemmeno altri classici come il “Don Chisciotte” di Cervantes perché si tratta di testi stampati e ristampati troppe volte e da troppe diverse case editrici per cui è difficile stabilire in modo esatto il numero delle copie vendute e distribuite in tutto il mondo. Basta dire che è stato stimato che siano in circolazione almeno 5 miliardi di copie della Bibbia.

Al secondo e terzo posto della classifica figurano due libri di Tolkien: “il Signore degli Anelli” (150 milioni di copie”) e “Lo Hobbit” (140,6 milioni di copie) a cui si sono ispirati alcuni film che hanno registrato incassi stellari.

Al nono posto compare l’opera Clive S. Lewis con 85 milioni di copie vendute nel mondo. Il libro, “Il leone, la strega e l’armadio” scritto nel 1949, fu il primo della serie dei sette volumi che sarebbero divenuti celebri con il titolo “Le Cronache di Narnia”. Chiude la classifica dei primi dieci libri più venduti al mondo “Il Codice Da Vinci” di Dan Brown con 80 milioni di copie.

Al primo posto, a sorpresa, con più di 200 milioni di copie vendute, soprattutto nel mondo anglosassone degli Stati Uniti, c’è “Una storia tra due città” di Charles Dickens, un romanzo poco noto in Italia, pubblicato nel 1859.

Al quarto posto un classico: “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry (140 milioni di copie). E al quinto “Harry Potter e la Pietra Filosofale” di J.K. Rowling (107 milioni di copie).
“Dieci piccoli indiani” di Agatha Christie è al sesto posto con più 100 milioni di copie. Al settimo posto, con qualche migliaio di copie in meno, si attesta il romanzo di Cao Xueqin “Il sogno della camera rossa”, seguito da “Lei” di H. Rider Haggard (100 milioni di copie).

Nella classifica compare, al ventunesimo posto, anche “Il nome della Rosa”: si stima che il romanzo di Umberto Eco abbia venduto 50 milioni di copie in tutto il mondo.
Chiude la lista, al trentaseiesimo posto, Dan Brown con “Angeli e Demoni” al quale List 25 attribuisce fino ad oggi una vendita totale di 39 milioni di copie.

  • Consenso al trattamento dati